Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

ALESSIA RECUPERA LA SALUTE GRAZIE ALL'EMBOLIZZAZIONE

Oggi parliamo di Alessia e della sua salute ritrovata grazie all'embolizzazione  :

" In occasione del Natale, vorrei ringraziare ancora una volta ( non smetterò mai di farlo) il carissimo Dottor Lupattelli per avermi restituito la salute e la speranza di poter avere un figlio. 

Ho 42 anni e in aprile, 9 mesi fa, sono stata embolizzata dal dottore per un fibroma sottomucoso di 37 mm e tre fibromi intramurali di 33, 29 e 24 mm. Piccoli fibromi che mi causavano enormi problemi: dolori invalidanti alla schiena e all'addome, infertilita, cicli emorragici con conseguente carenza di ferro e stanchezza perenne. Inoltre, mi ammalavo spesso e molto facilmente. 

La mia vita è cambiata subito dopo l'intervento: il ciclo  é tornato normale ,  i dolori sono svaniti, il ferro si è  normalizzato, non ho più preso neanche un raffreddore, al lavoro sono piena di energia e non ho perso neanche un giorno. Ho ripreso a fare sport ed è tornato il buonumore. 

Vorrei incoraggiare tutte le donne che si trovano a soffrire come stavo soffrendo io prima dell'embolizzazione , quando , in preda ai dolori, passavo da una visita medica all'altra uscendone sempre più demoralizzata e confusa su come affrontare la situazione. 

Non abbiate timore di dire no a chi vuole togliervi l'utero dicendovi che non ci sono alternative,  o a chi vuole ridurre l'utero un colabrodo. L'alternativa c'è e si chiama EMBOLIZZAZIONE . NON gettate anni della vostra vita e della vostra fertilità. Affidatevi a medici esperti. Io mi sono affidata al Dottor Lupattelli che è un grandissimo esperto di questa tecnica ed è un medico umano e comprensivo. 

Grazie infinite , dottor Tommaso Lupattelli , che questa testimonianza possa essere un piccolo "dono" di Natale per ringraziarla del suo immenso dono della salute ritrovata."