Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

L'EMBOLIZZAZIONE DI LORENZA

Oggi raccogliamo la testimonianza  sull'embolizzazione di Lorenza.

" Salve mi presento, sono Lorenza e volevo lasciare la mia testimonianza riguardo l'embolizzazione del fibroma uterino. Sono stata embolizzata dal Dottor Lupattelli a novembre del 2019. Per capire un po' vi racconto la mia storia passata in breve, cercherò di essere chiara. Tutto inizia nel 2011, visita di controllo, si riscontra tramite ecografia la presenza di due fibromi di 7 cm e 4 cm. Il ginecologo mi consiglia di operare perché troppo grandi. Mi sottopongo a intervento, per farvi capire, come se avessi fatto il cesareo.. Post operatorio lungo da morire, drenaggio che psicologicamente mi buttava giù, sembrava che non finisse mai di sanguinare. Dopo 8 mesi dall'intervento, visita di routine... Bella sorpresa altri 2 fibromi. Provo con la pillola anticoncezionale e niente, un fallimento... Visite successive il fibroma misura 13 cm e forse di più, l'altro circa 2 cm.. Panico! Scelgo l'embolizzazione. Sono rinata, ottima tecnica. Dopo l'intervento ho avuto un po' di dolore ma è normale per la riuscita dell'intervento. Il giorno dopo non sentivo più quella massa che mi impediva di fare tutto, anche di stare seduta e ad una settimana dall'intervento ho ripreso la mia quotidianità. Dopo due  Mesi ho fatto la visita di controllo e i fibromi si sono ridotti da 13 cm a 6 cm, l'altro quasi scomparso. Il Dottor Lupattelli è stato eccezionale. Premetto che non amo fare complimenti, non rientra nel mio carattere, ma in questa situazione è di dovere, non solo per la sua bravura che è essenziale specialmente per fibromi così grossi, ma anche per il suo comportamento dolcissimo e comprensivo. Unico veramente.

Ancora grazie al Dottor Lupattelli.