Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

MARTINA E LA SUA ESPERIENZA POSITIVA CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Martina e la sua esperienza assolutamente positiva.

"Dopo un lungo periodo di cicli abbondanti ma senza dolori, a giugno 2019, ho scoperto di avere una grave anemia. Ricoverata in ospedale mi dicono che ho tre fibromi uterini, uno dei quali di 9 cm. Non vi dico l'angoscia quando il primario mi dice che l'unica soluzione è l'isterectomia, una mutilazione. Inizia, quindi, un calvario di visite da altri ginecologi che mi confermano tutti l'isterectomia. Non rassegnandomi, mi sono interessata e tramite internet ho scoperto che esiste un'alternativa validissima e soprattutto non invasiva: l'embolizzazione. Tecnica usata già dagli anni novanta e purtroppo ancora ad oggi non proposta da troppi ginecologi, ma solo da pochi nonostante i numerosi successi e i risultati. Finalmente dopo una visita con il primario di Treviso, che mi conferma che posso risolvere il mio problema con l'embolizzazione. Incontro il Dottor Lupattelli e durante la visita è stato molto professionale, ma allo stesso tempo molto sensibile e comprensivo. Con la sua disponibilità e gentilezza mi ha messo subito a mio agio. Tanto che da quel momento non vedevo l'ora di essere operata. Finalmente l'intervento, ero rilassata e serena come mai avrei pensato. Ho seguito attimo per attimo tutto con grande ammirazione e tutto questo perché sapevo di essere in ottime mani. Adesso sto bene e già dopo un mese e mezzo i fibromi si erano notevolmente rimpiccioliti, soprattutto i due più grandi quasi dimezzati. Questo grazie a un grande uomo che con grande  Passione, professionalità, gentilezza e umanità sta salvando tantissime donne che come me erano destinate a un'ingiusta mutilazione. Grazie di cuore Dottor Lupattelli che per tutte noi sarà sempre il nostro Angelo. "