Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

LUCIA SALVA IL SUO UTERO CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Lucia che ha salvato il suo utero grazie al l'embolizzazione.

"salve mi chiamo Lucia ed ho 46 anni. Grazie all'eccellente Dottor Lupattelli  oggi posso testimoniare che il mio utero è salvo! Erano 2 anni che combattevo con un mioma di 10 cm e ormai non potevo far altro che ricorrere all'isterectomia. Stavo male! Non volendo arrendermi ho cercato su internet e mi sono imbattuta sull'embolizzazione. Non ci ho pensato due volte e ho prenotato una visita a Roma nel giugno 2019. Con la massima puntualità incontro il Dottor Lupattelli, la sua preparazione e il suo modo educato e dolce mi avevano convinta ancora di più. Arrivo a casa e prenoto l'intervento per il 2 luglio a Catania(da premettere che io vivo in Calabria) pochissima attesa, tutto viene organizzato nei minimi dettagli dalla segretaria del Dottore. Faccio l'intervento e tutto è andato bene! Il dottore mi ha seguita sempre e la sua disponibilità nel rispondere alle mie mille domande è indescrivibile.

Volevo dire a tutte le donne che oggi, dopo quattro mesi dall'intervento, il mioma si è ridotto notevolmente. Da 10 cm a 3 cm, non ci posso ancora credere. Sto benissimo, il ciclo è regolare e niente più dolori.

Grazie Dottor Tommaso per tutto! "

GERMANO E L'EMBOLIZZAZIONE DELL'ADENOMA PROSTATICO

Oggi raccogliamo la testimonianza di Germano che si è sottoposto al l'embolizzazione dell'ipertrofia prostatica.

"Ad un mese di distanza dall'intervento di embolizzazione prostatica, volevo ringraziare il Dottor Lupattelli per aver risolto il mio problema. Dopo varie visite ed analisi  del PSA (con valori elevati), ho deciso di sottopormi all' intervento di embolizzazione. Posso testimoniare di aver avuto, già dai giorni successivi all'intervento, un'evidente miglioramento delle mie condizioni. Non credevo di poter risolvere tale problema con un'intervento indolore e con una sola notte di degenza. Infiniti ringraziamenti al Dottor Lupattelli per la professionalità e la sicurezza con la quale ha convinto il sottoscritto a sottoporsi ad un'intervento di alta chirurgia vascolare. Grande stima per l'esecuzione dell'intervento. "

MARILINA HA CONSERVATO L'UTERO CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Marilina che ringrazia il Dottor Lupattelli per averle salvato l'utero.

"Desidero ringraziare di cuore il Dottor Tommaso Lupattelli. Sono stata embolizzata a settembre 2018 al Villa Torri Hospital per un utero occupato da una massa fibromatosa di 18 cm, che mi comprimeva dei nervi provocandomi una sciatalgia ormai cronica, anemia e emicrania. Ho affrontato l'intervento documentandomi e, sfidando lo scetticismo dei medici interpellati, ho chiesto una visita informativa al dottore, che mi ha chiarito ogni dubbio con professionalità. Ho effettuato a Villa Torri le RM e l'intervento.

Ringrazio di cuore anche il Dottor Gardini perla gentilezza e la professionalità. 

Oggi, a distanza di un anno, l'utero risulta ridotto di 8 cm, già di 2 cm dopo due mesi.

Per carattere, il dolore degli ultimi anni non mi ha mai fermata nelle mie attività, ma ad oggi mi rendo conto che ci si abitua e rassegna al dolore cronico, che però come un tarlo, ci limita piano piano la vita fino a manipolarla.

Vorrei dire tutte le donne che vivono in questo calvario, che esiste questa tecnica. Informatevi ed andate dal migliore a costo di fare qualche km in più. In Italia abbiamo la fortuna di avere il Dottor Lupattelli, che ringrazio perché ogni risveglio ha solo l'antico ricordo dei crampi notturni ". 

SARA, FIBROMI E CCSVI CON IL DOTTOR LUPATTELLI

Oggi raccogliamo la testimonianza di Sara che ha già fatto due interventi con il Dottor Lupattelli. 

"Sono immensamente grata al Dottor Lupattelli, un medico con la M maiuscola! Questo è il secondo intervento che faccio con lui in due anni,il primo nel 2018 per embolizzazione dei fibromi ( che ad oggi non si vedono più) e lunedì scorso fatta PTA alle giugulari e azygos. Intervento rapido e praticamente indolore. Erano circa 20 anni che avevo acufeni e finalmente sono spariti. Fino a due giorni fa avevo le mani e i piedi perennemente ghiacciati e ora li sento e li ho caldi, tanto da stupire anche mio marito. Ho ripreso colore al viso, ci vedo meglio, mi sento anche decisamente meglio! Quel filo di mal di testa che mi accompagnava frequentemente, anche lui sparito. Insomma... Mi pento solo di avere aspettato troppo, come anche per i fibromi, ma la paura a volte ci blocca. Ecco, per i fifoni come me... Andate a cuor leggero, perché non è niente di così tremendo, anzi. Lui come medico è super  anche a livello umano. Per chi ha la CCSVI, non aspettate. I benefici si può dire che sono stati immediati per me e in pochi giorni ne sono arrivati diversi. GRAZIE INFINITE DOTTOR LUPATTELLI. "

BARBARA HA SALVATO IL SUO UTERO

"Sono immensamente grata al Dottor Lupattelli e al suo staff per aver salvato il mio utero e per aver trattato anche la mia adenomiosi. Sono malata di endometriosi dall'adolescenza (adesso ho 46 anni) e sono già stata operata per endometriosi profonda peritoneale nel 2003. Omefto il mio calvario quasi quotidiano. Con l'età sono apparsi i miomi, tre per essere precisi : uno  anteriore intramurale a sviluppo sottosieroso e sottomucoso di 60x54x58 mm; uno posteriore intramurale di circa 3 mm e uno postero fundico sottosieroso anche questo poco più grande di 3 mm) e l'adenomiosi che mi avevano resa ancora piu anemica di quanto non fossi e, sopratutto, con valori bassissimi di emoglobina. Il mio quadro era complicato e l'unica soluzione prospettatami ginecologicamente è stata l'isterectomia. Cercando alternative conservative, sono stata indirizzata da una ginecologa illuminata verso l'embolizzazione, come tecnica risolutiva e verso il Dottor Tommaso Lupattelli come massimo esperto. Il dottore, che riunisce empatia, disponibilità, professionalità e capacità chirurgiche mi ha embolizzata a Bologna a luglio 2019. A distanza di 3 mesi, il volume del mioma è 36x35x36 e gli altri sono scomparsi. I cicli non sono più dolorosi ed emorragici. "

I DOLORI DI FULVIA SONO SPARITI CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Fulvia che si è embolizzata dal Dottor Lupattelli. 

" Desidero raccontare la mia esperienza innanzitutto per ringraziare il Dottor Lupattelli e poi per incoraggiare le donne che si dovessero trovare nella mia situazione. Ho 35 anni. A giugno del 2018 ho subito un'intervento di miomectomia laparatomica per asportae un mioma intramurale di 12 cm che mi causava forti dolori addominali, stipsi e bisogno continuo di urinare. Dopo sei mesi, purtroppo, il mio mioma ha ripreso a crescere velocemente. La soluzione proposta era un nuovo intervento chirurgico che però non sarebbe stato risolutivo perché il mioma si sarebbe ingrossato. L'unica alternativa possibile: l'embolizzazione. Con tanti dubbi, tanta ansia , ma anche tanta speranza mi sono rivolta al Dottor Lupattelli esperto in questa nuova tecnica. Il dottore con gentilezza mi  ha rassicurata, mi ha spiegato con pazienza e competenza tutti i dettagli dell'intervento cosicché ho potuto affrontarlo con serena consapevolezza. Oggi, grazie a lui, non ho più alcun dolore, il mioma si è quasi dimezzato, le analisi risultano perfette e i violenti crampi in fase di ovulazione sono scomparsi. È  migliorata la qualità della vita e inoltre sono tranquilla perché il dottore è sempre disponibile e risponde cortesemente ogni qualvolta lo contatto. "

SIMONA DEFINISCE IL DOTTOR LUPATTELLI "UN ANGELO DISTESO AL SOLE

Ciao a tutte, oggi raccogliamo la testimonianza di Simona che ha definito il Dottor Lupattelli "un angelo disteso al sole".

"Avevo l'utero fibromatoso, le ginecologhe che ho consultato,  totale 4, mi visitarono e sapevano solo darmi farmaci antiemorragici prima del ciclo " primolut " e durante "tranex". Dopo la cura davano sempre la stessa risposta "togliere l'utero", unica soluzione dicevano. Io , che sono un tipo schietto e impulsivo mi arrabbiavo e ribattevo loro contro dicendo che non poteva essere quella l'unica soluzione, così decisi con mio marito di guardare su internet se c'era qualche novità sulla cura dei fibromi e a febbraio del 2017 abbiamo trovato il sito del dottor Lupattelli. A metà marzo, dopo aver fatto la risonanza magnetica, ho fatto un consulto con lui ed ho preso subito l'appuntamento alla clinica di  Bologna per l'embolizzazione. Il 30 marzo ero in sala operatoria con lui , tranquilla. Ho dato a lui tutta la mia fiducia , cosa che non faccio mai con gli sconosciuti. Ed eccomi qui! Dopo un anno feci la risonanza di controllo e il Dottor Lupattelli dopo averla visionata mi disse che i fibromi erano quasi spariti del tutto. Ho Ancora l'utero sano. Grazie Dottore, per me sei stato un angelo che mi ha salvata. Sei un grande medico,  il migliore. Per questo ti dedico una canzone del mio cantante preferito, Eros Ramazzotti:" un angelo disteso al sole, non ti dimenticherò mai". 

FEDERICA HA VINTO CONTRO IL FIBROMA

Oggi raccogliamo la testimonianza di Federica: " finalmente anche io posso lasciare la mia testimonianza sull'intervento di embolizzazione  del fibroma uterino... Ero davvero impaziente di dare un mio contributo, ma attendevo "dati certi" prima di farlo. 

Ho fatto l'intervento con il Dottor Lupattelli a Bologna il 2/05/2019 per un fibroma intramurale di 7,5 cm che mi causava un diffuso malessere, sopratutto dall'ovulazione alla fine del ciclo, quindi , di fatto,stavo bene circa una settimana al mese. Ì miei cicli, seppur regolari, erano grumosi e molto abbondanti per tutta la loro durata. La mia pancia era sempre molto, molto gonfia, con un forte senso di pesantezza addominale e il mio peso aveva oscillazioni di 2 kg durante il mese nonostante la mia sempre corretta alimentazione. Gia subito dopo l'intervento di embolizzazione ho riscontrato che tutti questi sintomi erano scomparsi o si erano ridotti notevolmente, quindi ero davvero certa che l'intervento fosse andato a buon fine, ma ieri ne ho avuto la certezza: dopo il controllo ecografico è risultata una riduzione  del fibroma di più di 2 cm ed è completamente devascolarizzato.

Ringrazio Dio per avermi fatta imbattere nel sito del Dottor Lupattelli, la sua esperienza e competenza sono ineguagliabili!"

OGNI RISVEGLIO HA SOLO L'ANTICO RICORDO DEI CRAMPI NOTTURNI

Oggi raccogliamo la testimonianza di Marilina che è stata embolizzata lo scorso anno.

" Desidero ringraziare di cuore il Dottor Lupattelli. Sono stata embolizzata a settembre 2018 a Villa Torri Hospital per un'utero occupato da una massa fibromatosa di 18 cm, che mi comprimeva dei nervi provocandomi una sciatalgia ormai cronica, anemia ed emicrania. Ho affrontato l'intervento documentandomi e,  sfidando lo scetticismo dei Medici interpellati, ho chiesto una visita informativa al dottore, che mi ha chiarito ogni dubbio con professionalità.  Ho effettuato a Villa Torri le RM e l'intervento, ringrazio di cuore anche il Dottor Gardini per la gentilezza e professionalità.  Oggi, a distanza di quasi un anno alla rm di controllo, l'utero risulta ridotto di 8 cm e già di 2 cm dopo 2 mesi. Per carattere, il dolore degli ultimi anni non mi ha fermata nelle mie attività, ma ad oggi mi rendo conto che ci si abitua e rassegna al dolore cronico, che però, come un tarlo ci limita piano piano la vita fino a manipolarla.  Vorrei dire a tutte le donne che vivono questo calvario, che esiste questa tecnica. Informatevi ed andate dal migliore, a costo di fare qualche km in più. In Italia abbiamo la fortuna di avere il Dottor Lupattelli  che ringrazio perché ogni risveglio ha solo l'antico ricordo dei crampi notturni ".

L'EMBOLIZZAZIONE DI SIMONA

Oggi voglio raccogliere la testimonianza di Simona che ha rinunciato all'isterectomia, sottoponendosi all'embolizzazione. 

" Se avessi conosciuto prima la tecnica dell' embolizzazione mi sarei evitata di avvelenarmi in un calvario iniziato 4 anni fa.. Un fibroma solo può essere così dannoso, anemizzarti con le emorragie e toglierti tutte le forze. Così  sono pqssata dall 'enantone alle pillole al progesterone a  Esmya, tutte inutili soluzioni proposte da vari ginecologi. L'embolizzazione l'ho scoperta da sola in rete e ancora più stupita sono rimasta quando ho letto che viene praticata da tanti anni. I ginecologi chissà perché non me ne avevano mai parlato, per loro una donna di 47 anni che figli ne ha avuti non deve farsi problemi ad affrontare un'intervento chirurgico con il rischio di perdere l'utero. Ho scelto il Dottor Lupattelli perché è una persona empatica che, trattando da tempo queste problematiche , mi ha dato sicurezza. Così , in meno di un mese , ho fatto la visita e intervento a Bologna. Da mettere in evidenza anche la preparazione dell'equipe ospedaliera nel trattamento del dolore dopo l'intervento che , per quanto mi riguarda, è stato da manuale. Una volta a casa dopo due giorni ero già in attività. Un'intervento chirurgico non può avere questi brevi tempi di ripresa. La cosa più importante è che il fibroma era di 11 cm X  8  e ieri ho fatto il controllo ecografico ed il fibroma misura  6cm X 5 , praticamente si è ridotto del 50% dopo quasi 5 mesi. Il ciclo arriverà a giorni visto che ci sono i follicoli , sto ovulando  e questo è importante perché ci sono donne più giovani che ancora credono che non ci si possa sottoporre all'embolizzazione se si desidera una gravidanza. Grazie Doc. "

DANIELA HA SCELTO L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi racconto la storia di Daniela, che si è sottoposta all'intervento di embolizzazione invece che all'isterectomia. 

"Circa 14 anni fa scoprii di avere un utero fibromatoso che mi provocava cicli abbondanti e dolori addominali notevoli. Da un'isteroscopia successiva mi fu consigliato di usare la pillola anticoncezionale per evitare le emorragie. Funzionò per 4 anni fino a quando iniziai ad avere perdite ematiche intermestruali molto fastidiose. Alcuni ginecologi mi sospesero la pillola propensi alla isterectomia mentre altri, alla conversazione e  a controllo successivi. Avevo un utero fibromatoso grande quanto una donna incinta di 3 mesi e un fibroma di alcuni cm. Dopo la sospensione della pillola ritornarono i cicli abbondanti, dolori lancinanti addominali che gestivo dapprima ed inutilmente col Paracetamolo e poi con Brufen. Avevo molti disagi ed una forte anemia pur prendendo una pillola di ferro al giorno. L'idea di togliermi l'utero ed ovaie mi spaventava e sopportava così tutti i problemi fisici nella convinzione che le ginecologhe propense alla conservazione  dell'utero fossero quelle più brave. A gennaio 2018 dalla visita risultò un utero fibromatoso grande quanto una donna incinta di 5 mesi, arrivava all'altezza ombelicale, un fibroma di 13 cm e varie cisti ovariche . Ero sconvolta. Non potevo fare più come uno struzzo con la testa sotto la sabbia. Consultai vari medici tra cui uno propenso per un'isterectomia (classica operazione col taglio), un altro per la laparoscopia ed accesso ombelicale ( meno invasiva, con tempi di degenza post operatoria più rapidi) ed infine un ginecologo dell'Aquila per la tecnica dell'Hifu.  Attendevo la chiamata per procedere con quest'ultima tecnica quando fui cancellata inaspettatamente dalla lista dopo 6 mesi di attesa. Venni poi a conoscenza dei rischi e dell'inefficacia riguardo il mio caso. Delusa, iniziai a cercare ancora su internet. Avevo già visto dei video del Dottor Tommaso Lupattelli in cui proponeva una nuova tecnica: l'embolizzazione, che inizialmente a causa della a distanza avevo accantonato. 

Appresi che oltre ad operare a Milano,  esercitava anche a a Bologna,  Roma, etc... Determinata a fare quest'ultimo tentativo per evitare un'isterectomia totale, presi un appuntamento a fine novembre 2018 a Roma per una visita presso Smart Medical Centre.  Non ero sicura che nelle mie condizioni avrei potuto ricorrere all'embolizzazione e  andai li con la speranza e con L'idea di aver tentato un'ultima cosa. Il dottor Lupattelli,  radiologo interventista  e chirurgo vascolare nel vedere la mia risonanza all'addome con contrasto mi comunicò che l'intervento era fattibile: se volevo avrei potuto farlo a breve. Acconsentìi subito , stanca delle numerose visite e consigli medici errati precedenti. Il 6 dicembre 2018 feci l'intervento a Bologna. Dopo circa 2 mesi , al controllo ecografico  e visita ginecologica è risultato che il mio utero gigantesco è tornato quasi alle dimensioni normali, il fibroma si è ridotto a 8,9 cm è che le mie cisti ovariche da tante, si sono ridotte solo a due di piccole dimensioni. Sapevo che sarebbero occorsi 10/12 mesi per vedere dei miglioramenti e questo primo controllo era stato più che soddisfacente . La mia pancia era diminuita insieme allo stimolo frequente alla minzione. Sono tornata al lavoro dopo un mese  e mezzo di convalescenza ed in palestra dopo 2 mesi. Mi sono alzata subito dopo qualche giorno dall'intervento ma ero molto  debole. Faccio un lavoro molto pesante dove sono sempre  in piedi per molte ore altrimenti sarei potuta tornare molto prima. Il dottor Lupattelli fu molto disponibile da subito nel suo ambulatorio.  Mi rincuorò  riferendomi di altre donne in condizioni peggiori della mia. Fui contattata a distanza di qualche giorno dalla struttura in cui avrei fatto l'intervento . 

Ci tengo a precisare questo perché sfiduciata in tutto,  il dottor Tommaso Lupattelli fu di parola, professionale ed umano. Un ringraziamento sincero. "

LA RINASCITA DI LOREDANA

Oggi voglio raccogliere la storia di Loredana che , dopo aver lottato per 15 anni con dolori fortissimi , ha conosciuto l'embolizzazione ed è rinata.

" Non potrò mai nella mia vita ringraziare abbastanza il Dottor Lupattelli per quello che ha fatto per me. Sono arrivata da lui senza più speranze, dopo aver lottato per 15 anni con dolori continui e forti, sopratutto nella parte destra del mio corpo all'altezza dell'addome. Nessuno ha mai collegato questi disturbi ai fibromi che avevo. Ho fatto molti esami e visite negli anni. Non risultava mai nulla ed intanto, uno dei fibromi grandi sulla parte destra del mio corpo , continuava a crescere e schiacciare gli organi vicini, provocandomi terribili coliche. Non avevo solo quello,  avevo anche un utero ingrossato ed altri 3 fibromi grossi, che schiacciava vescica e retto . Tutto questo mi provocava emorragie ogni mese, insomma la mia vita era diventata troppo difficile. Così alla fine, la soluzione che mi davano i ginecologi, per ogni visita che facevo ,era l'isterectomia totale. Dicevano che l'utero non mi sarebbe più servito a nulla e non c'era nient'altro da fare per la mia situazione. Non volevo arrendermi a questo e cercando soluzioni , finalmente, sono arrivata al Dottor Tommaso Lupattelli.  Da subito mi ha tranquillizzata e rassicurata, mi ha proposto l'embolizzazione,  dandomi finalmente una speranza. Mi ha dato così tanta fiducia, che senza pensarci due volte mi sono affidata a lui. E  non ho sbagliato! La sua pazienza, la sua professionalità,  la sua sicurezza e la sua bravura, mi hanno salvata. È un vero angelo. Mi ha embolizzata il 18 ottobre , in circa 20 minuti, non me ne sono nemmeno accorta e dopo un mese ho iniziato a vedere i primi miracoli dell'intervento: mai più un dolore nella parte destra. Non potevo crederci! Stavo bene.  Adesso a distanza di 6 mesi sto benissimo , il mio utero e6quasi normale , i miei fibromi diminuiti, la mia pancia sgonfia e sopratutto il mio utero al suo posto. 

Grazie dottore mi ha ridato la vita . Il mio consiglio per le donne con questi problemi è , di non rassegnarsi ad un operazione totale e definitiva, esiste finalmente la tecnica per salvare il nostro utero. Io ho scelto di farla con il medico più esperto , il Dottor Lupattelli  e sono soddisfattissima della mia scelta. "

LA FELICITÀ DI CINZIA DOPO L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi parliamo di Cinzia che dice di essere felice dopo L'intervento di EMBOLIZZAZIONE. 

"Gentilissimo Dottor Tommaso Lupattelli,  intanto grazie per quello che fatto per me. Grazie alla sua notevole esperienza e professionalità, oggi posso dire di essere felice di essermi sottoposta all'intervento di embolizzazione del mioma uterino, un intervento velocissimo, indolore, senza ferite e senza anestesia totale. Ho seguito L'intervento sul monitor e dopo neanche un'ora ero già in stanza. Il giorno dopo ero già bella pimpante e giu dal letto. Il terzo giorno già su un aereo per il rientro a casa. Insomma non certo identico all'intervento di asportazione dell'utero che avrei dovuto fare su consiglio di alcuni specialisti a cui mi ero rivolta. 

Oggi 2/04/2019 dopo 6 mesi esatti dall'intervento, ho ritirato l'esito della RM, risultato sorprendente. Il mioma si è ridotto di quasi 2 cm ed è totalmente devascolarizzato. Ancora grazie Dottor Lupattelli. Mi sono affidata alla sua notevole esperienza e professionalità, cordialità e disponibilità. Grazie...Cinzia "

BISOGNA CREDERE CHE C'È SEMPRE UNA SOLUZIONE ALTERNATIVA

Oggi raccontiamo la bellissima storia di Patrizia che dice che "bisogna credere che C'è sempre un'alternativa"

" È  con immenso piacere che ringrazio il Dottor Lupattelli per la sua professionalità e le sue spiccate doti di umanità.  Vi racconto brevemente la mia storia . 

Da tempo vivono  in me numerosi fibromi, asintomatici, che nessuno ha mai voluto togliere. In seguito ad una visita di controllo, diagnosticato l'ingrossamento degli stessi, la ginecologa mi ha praticamente imposto l'isterectomia, cioè l'esportazione totale dell'utero. La notizia mi ha letteralmente sconvolto, ma la cosa che più mi ha ferito sono state le ingrate parole della stessa... "vista l'età è inutile tenerlo in quello stato! Tanto non serve più a niente"...

Questa condizione  non era per me accettabile  e disperata, quindi ho iniziato le ricerche tramite il web, in cerca di soluzioni alternative ed ho scoperto l'embolizzazione, praticata dal Dottor Tommaso Lupattelli , che non avrebbe compromesso ne la mia integrità fisica ne quella psicologica. Ho fissato immediatamente un appuntamento nel mese di luglio e , dopo le sue attente valutazioni e spiegazioni , ho affrontato l'embolizzazione l 11 ottobre 2018 a Bologna. 

Vorrei dire a tutte quelle donne che si trovano nella mia stessa situazione di non arrendersi ,  documentatevi e rivolgetevi a persone specializzate, a professionisti e credetemi... Il Dottor Tommaso Lupattelli è proprio questo,  è la,persona che può fare al caso vostro. Oggi posso solo dire grazie al Dottore. Un particolare ringraziamento è rivolto anche all'equipe della clinica di Bologna per il loro attento e premuroso operato."

LA BELLISSIMA STORIA DI ELEONORA

Vorrei raccontare la mia storia, per ringraziare il Dottor Lupattelli per il suo intervento di grande successo e perché possa essere di aiuto a quelle donne con il mio stesso problema: utero fibromatoso. 

Io ho 47 anni ed avevo un utero occupato da 3 grossi fibromi di 9,8 cm  e 7 cm.  Nel mio caso l'unica soluzione risolutiva era l'isterectomia. Più che rimandare l'intervento così demolitivo, io lo allontanavo dai miei pensieri. Pur provando ad essere razionale,  non riuscivo in nessun modo ad accettare l'idea di rimuovere l'utero, indipendentemente dalla possibilità di usarlo o meno, dalle dimensioni che stava raggiungendo,  dalla mia età. Provavo a cambiare ginecologo nella speranza di sentirmi dire qualcosa di diverso da "ormai alla sua età e con quelle dimensioni la soluzione ottimale è l'isterectomia". È vero anche che mi era stato proposto di monitorare la situazione fino al limite della deformazione dell'addome ed io mi sono aggrappata a questa proposta pur essendo senza speranza. Poi l'addome ha cominciato a deformarsi davvero ed io non riuscivo più a far finta di nulla con me stessa, finché un fortunatissimo giorno, durante un nuovo controllo, una ginecologa mi propose una soluzione alternativa, l'embkizzazione. Le chiesi un nome di un dottore davvero esperto di questa tecnica e lei mi suggerì il Dottor Lupattelli.  È  così che ho incontrato colui che anche io voglio chiamare il "mio angelo". È stato lui che mi ha chiamata per nome, che non mi ha fatta sentire un pezzo da rottamare, che dopo aver valutato la mia documentazione medica, mi ha confermato che avrebbe potuto eseguire l'embolizzazione. Vorrei precisare che ha ascoltato con attenzione e pazienza tutte le mie domande, credo anche le più stupide, senza mai giudicare, ma fornendo delle chiarissime risposte con parole semplici, alla portata della mia comprensione. Dinanzi a tanta serietà,  professionalità e chiarezza mi sono affidata a lui, nonostante qualche parere discordante sulla tecnica, palesato da medici poco inclini Ad accettare l'embolizzazione come soluzione al mio problema. Proprio così,  perché una volta deciso disottopormi a questo intervento, mi è  stato detto da altre fonti mediche, che avrei rischiato la menopausa precoce,  nel caso migliore e la necrosi dell'utero nel caso peggiore.

Sono qui a dire che non si è verificato ne l'uno ne l'altro caso e non per fortuna, ma per la competenza considerevole del Dottor Lupattelli,  medico illuminato, che procede a ragione per la propria strada ed evita a tante donne una mutilazione molto provante. 

Il mio caso era difficile e nonostante questo intervento sia durati 26 minuti ,in anestesia locale,non ho sentito alcun dolore. I dolori sono cominciati dopo e sono stati controllati costantemente sia in clinica che a casa. Io sono stata operata di giovedì pomeriggio,  17 gennaio 2019, sono stata dimessa il sabato mattina e il mercoledì successivo non ho piu avuto bisogno di antidolorifici.  

Nel post intervento sapevo di poter contare sul dottor Lupattelli,  sempre, e questo ha emotivamente facilitato la mia ripresa, il non sentirmi abbandonata mai, nei momenti di ansia prima dell'intervento, ne durante la convalescenza. 

Chiudo la mia storia dicendo  che a soli 3 mesi dall'intervento, l'ecografia di controllo ha dimostrato che tutti i miomi che avevo si sono ridotti del 50%. 

La mia riconoscenza immensa va tutta al mio dottore Tommaso Lupattelli.  Grazie infinitamente, Eleonora.

LA BELLISSIMA LETTERA DI SERENA POST EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo  la lettera  di Serena che ha quasi dimezzato il suo fibroma con l'embolizzazione.

"Gentile dottor Lupattelli,  vorrei ringraziarla per tutto ciò che fatto per me. Il mio fibroma uterino era di 7cm e a due mesi dall'embolizzazione risulta 3, 5 cm circa. Questo grazie a lei che con la sua notevole esperienza e preparazione professionale in 5 minuti con anestesia locale lo ha devascolarizzato. Non ho sentito neanche la puntura dell'anestesia, niente di niente. Ho potuto seguire l'intervento sul monitor ed ero tranquillissima, sembrava quasi una magia ed invece è scienza. Dottore caro, lei mi ha restituito la libertà fisica e psicologica, non ho parole sufficientemente  degne del mio stato d'animo post embolizzazione .Non ci sono parole per ciò che ha fatto. Neanche un punto, niente tagli. La mattina seguente ero in piedi. 

Ho 47 anni e mi è tornato il ciclo, il secondo dopo 28 giorni esatti e cicli regolari, non più emorragici. Tutto ciò a partire dal mese successivo dall'embolizzazione. Ancora non mi sembra vero. Alla visita mi disse:" vorrei che vedeste le vostre facce ora e  dopo". Aveva ragione. Poi mi ha sempre seguita per mail rispondendo a tutte le mie domande. Veramente gentile ed attento, ma sopratutto io ho visto con quale sicurezza ha svolto l'intervento dottore , con quelle mani di fata.  Non finiro mai di ringraziarla. Con sincera stima."

IL FIBROMA DI ALINA È SCOMPARSO CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Alina che è molto soddisfatta dei risultati ottenuti con l'embolizzazione.  

" Buonasera a tutti, volevo lasciare la mia testimonianza,  molto soddisfatta dei risultati ottenuti a distanza di tre mesi dall'intervento di embolizzazione . Dopo 15 anni di malessere ( cicli abbondanti , dolori alla schiena e al ventre) con conseguente anemia, adesso finalmente posso dire di aver ritrovato una dinamicità che non provavo da anni. 

L'anno scorso durante una visita ordinaria di controllo, i dottori mi hanno riferito che il fibroma più grande era arrivato a misurare 7,8 cm e quello più piccolo 4 cm. A sentire tutti i ginecologi ai quali io mi sono rivolta,  l'unica soluzione per me sarebbe stata l'isterectomia. Confesso che in quel momento non sapevo dell'esistenza di questa tecnica e,  presa dal panico, sono andata alla ricerca di una soluzione meno invasiva. Sono giunta, quindi, al dottor Tommaso Lupattelli. Nonostante le molte perplessità e paure , decido di prendere un appuntamento con lui per una visita, durante la quale, rimango colpita dalla sua umanità e spiccata professionalità. Una settimana dopo faccio L'intervento a Bologna . In seguito, dopo 3 mesi dall'intervento i miei fibromi si sono ridotti : quello grande è arrivato a misurare 4,6 cm e quello piccolo è addirittura scomparso. 

Non potevo fare scelta migliore. Un grazie di cuore a tutto lo staff, sono stati tutti perfetti dal punto di vista professionale ed umano. Sarò sempre enormemente grata al Dottor Lupattelli per quello che ha fatto per me e che sta facendo per molte altre donne."

ANNALISA CONSIGLIA 'EMBOLIZZAZIONE

Buonasera, oggi raccolgo la testimonianza di Annalisa che dopo l'embolizzazione è felicissima e spera possa essere di esempio a tutte le donne. 

"Buongiorno a tutti, vorrei nuovamente ringraziare il Dottor Lupattelli in maniera pubblica perché ho avuto l'ennesima conferma della sua bravura e professionalità. Dopo un controllo ginecologico ho scoperto che dopo solo 4 mesi e mezzo dall'embolizzazione il mio fibroma da 6 cm e mezzo è quasi diventato di neanche 4 cm. Il mio utero si sta normalizzando e il mio ciclo da emorragico si è ridotto a tre giorni assolutamente indolore. Fra poco potrò iniziare anche una gravidanza, cosa su cui nessun ginecologo mi aveva dato speranza a causa del mio fibroma e della sua brutta posizione. Prima di incontrare il dottore ero finita in depressione, non mi sentivo neanche più una donna a tutti gli effetti in quanto non potevo avere figli, ma quando io e mio marito lo abbiamo incontrato ci siamo fidati subito di lui, della sua professionalità e del suo modo di fare cordiale ed amichevole. 

Ora siamo felici e ci sentiamo di pubblicare la nostra testimonianza affinché possa essere di esempio a tutti. Grazie infinite dottore perché mi ha ridato la speranza e il sorriso. " 

CINZIA HA SCONFITTO IL FIBROMA CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccontiamo la storia di Cinzia che ha affrontato un fibroma di 6 cm.

" Salve a tutti , mi chiamo Cinzia e il 2 novembre 2017 il Dottor Tommaso Lupattelli mi ha embolizzato un fibroma di circa 6 cm, che mi causava delle vere e proprie emorragie con notevoli coaguli che mi hanno portato più volte d'urgenza in pronto soccorso con anemia gravi ed in una di queste mi hanno dovuto fare una  trasfusione ematica. 

Dopo aver provato a risolvere il problema con esmia , la soluzione che mi era stata consigliata  da tutti era una isterectomia. 

Terrorizzata per l'ennesimo intervento (già due miomectomie ed una isteroscopia operativa , tutte molto dolorose e con conseguenze post operatorie non indifferenti) leggendo su internet ho scoperto l'embolizzazione dei fibromi e ho contattato il Dottor Tommaso Lupattelli che mi ha ricevuta subito a Milano per poi operarmi poco dopo a Bologna. Voglio precisare che l'intervento é stato molto , ma molto meno doloroso dei precedenti,  tanto che sono ritornata a lavoro solo dopo 3 giorni. 

Da quel momento la mia anemia è scomparsa e dopo un mese alll'ecografia il fibroma non era più vascolarizzato e si era ridotto di un centimetro. Oggi l'eco ha constatato che il fibroma è  SCOMPARSO TOTALMENTE . 

Devo ringraziare infinitamente il Dottor Lupattelli,  grazie a lui ho ancora il mio utero , non ho più  nessun tipo di dolore  e non ho più disturbi intestinali che prima avevo. Cosa fondamentale, mi sento ancora una donna completa!! Consiglio a tutte coloro che hanno questi problemi di contattare il Dottor Lupattelli il quale, oltre ad essere molto cordiale e disponibile  è anche estremamente professionale, non per nulla è considerato il miglior esperto in materia. "

LA BELLISSIMAMLETTERA DI GIUSEPPE DOPO L'EMBOLIZZAZIONE DELL'ADENOMA PROSTATICO

Oggi raccogliamo la bellissima lettera di a Giuseppe che si é  sottoposto all'embolizzazione dell'adenoma prostatico.

" Buongiorno Dottor Lupattelli,  a 10 giorni dalla mia operazione volevo informarla che tutto procede bene. Non ho accusato dolore ne durante , ne dopo l'intervento. Giovedì 31/1  ero già a lavoro. 

Deciso miglioramento del flusso dell'urina già dai primi giorni ( causato forse dalla strozzatura del condotto visibile nella mia ecografia che mi aveva mostrato) . Senso di svuotamento parziale: quasi assente. Frequenza di stimolo un Po diminuita  ( -20% - 25% circa)

Conto che al diminuire del volume della prostata anche questo sintomo possa migliorare. 

Volevo inoltre comunicarle quanto segue:

La passione per il suo lavoro (dopo averla vista  all'opera)  è la migliore garanzia delle sue qualità professionali e la contraddistingue dalla maggior parte dei medici da me conosciuti che spesso amano solo lo status che conferisce questo mestiere anziché i pazienti. Prova sia la scarsa diffusione dell'embolizzazione alla prostata che io giudico decisamente migliore nei sintomi post operatori,  confrontandomi con la solita turp ( o simili) già vista in amici e conoscenti. Dopo averla vista a lavoro in prima persona ( vedevo in tempo reale il monitor del chirurgo) si capisce che questo tipo di operazione necessita di tempi più lunghi e sopratutto di grande attenzione ed abilità specifiche. Non è una pratica di routine per chiunque. 

Motivo questo per una scelta oculata del chirurgo quando ciò è possibile, ma penso che questo fatica sia ben ripagata. 

I miei personali complimenti per la sua professionalità e La volontà di migliorare le tecniche mini invasive, oggi sempre più necessarie ed apprezzate, anche a costo di un lavoro molto stressante da parte sua. Questo le fa onore. Questa tecnica avrà in futuro una grande crescita , ne sono convinto, anche se oggi è poco diffusa dai medici addetti ai lavori sopratutto per motivi di convenienza ( economica e di curriculum)  come tutte le cose nuove. Come tale è fin troppo facile demonizzarla paragonandolo con il numero degli interventi tradizionali eseguiti da decenni. Basta vedere cosa sta succedendo in altri tipi di interventi mini invasivi . Ì pazienti ed i costi sanitari ( sempre nostri) saranno i primi beneficiari. Anche se nel nostro paese non sempre le priorità ed i privilegi dei singoli o delle lobby vanno nel giusto ordine. 

GRAZIE E BUON LAVORO. "