Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

LA BELLISSIMA STORIA DI ELEONORA

Vorrei raccontare la mia storia, per ringraziare il Dottor Lupattelli per il suo intervento di grande successo e perché possa essere di aiuto a quelle donne con il mio stesso problema: utero fibromatoso. 

Io ho 47 anni ed avevo un utero occupato da 3 grossi fibromi di 9,8 cm  e 7 cm.  Nel mio caso l'unica soluzione risolutiva era l'isterectomia. Più che rimandare l'intervento così demolitivo, io lo allontanavo dai miei pensieri. Pur provando ad essere razionale,  non riuscivo in nessun modo ad accettare l'idea di rimuovere l'utero, indipendentemente dalla possibilità di usarlo o meno, dalle dimensioni che stava raggiungendo,  dalla mia età. Provavo a cambiare ginecologo nella speranza di sentirmi dire qualcosa di diverso da "ormai alla sua età e con quelle dimensioni la soluzione ottimale è l'isterectomia". È vero anche che mi era stato proposto di monitorare la situazione fino al limite della deformazione dell'addome ed io mi sono aggrappata a questa proposta pur essendo senza speranza. Poi l'addome ha cominciato a deformarsi davvero ed io non riuscivo più a far finta di nulla con me stessa, finché un fortunatissimo giorno, durante un nuovo controllo, una ginecologa mi propose una soluzione alternativa, l'embkizzazione. Le chiesi un nome di un dottore davvero esperto di questa tecnica e lei mi suggerì il Dottor Lupattelli.  È  così che ho incontrato colui che anche io voglio chiamare il "mio angelo". È stato lui che mi ha chiamata per nome, che non mi ha fatta sentire un pezzo da rottamare, che dopo aver valutato la mia documentazione medica, mi ha confermato che avrebbe potuto eseguire l'embolizzazione. Vorrei precisare che ha ascoltato con attenzione e pazienza tutte le mie domande, credo anche le più stupide, senza mai giudicare, ma fornendo delle chiarissime risposte con parole semplici, alla portata della mia comprensione. Dinanzi a tanta serietà,  professionalità e chiarezza mi sono affidata a lui, nonostante qualche parere discordante sulla tecnica, palesato da medici poco inclini Ad accettare l'embolizzazione come soluzione al mio problema. Proprio così,  perché una volta deciso disottopormi a questo intervento, mi è  stato detto da altre fonti mediche, che avrei rischiato la menopausa precoce,  nel caso migliore e la necrosi dell'utero nel caso peggiore.

Sono qui a dire che non si è verificato ne l'uno ne l'altro caso e non per fortuna, ma per la competenza considerevole del Dottor Lupattelli,  medico illuminato, che procede a ragione per la propria strada ed evita a tante donne una mutilazione molto provante. 

Il mio caso era difficile e nonostante questo intervento sia durati 26 minuti ,in anestesia locale,non ho sentito alcun dolore. I dolori sono cominciati dopo e sono stati controllati costantemente sia in clinica che a casa. Io sono stata operata di giovedì pomeriggio,  17 gennaio 2019, sono stata dimessa il sabato mattina e il mercoledì successivo non ho piu avuto bisogno di antidolorifici.  

Nel post intervento sapevo di poter contare sul dottor Lupattelli,  sempre, e questo ha emotivamente facilitato la mia ripresa, il non sentirmi abbandonata mai, nei momenti di ansia prima dell'intervento, ne durante la convalescenza. 

Chiudo la mia storia dicendo  che a soli 3 mesi dall'intervento, l'ecografia di controllo ha dimostrato che tutti i miomi che avevo si sono ridotti del 50%. 

La mia riconoscenza immensa va tutta al mio dottore Tommaso Lupattelli.  Grazie infinitamente, Eleonora.

LA BELLISSIMA LETTERA DI SERENA POST EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo  la lettera  di Serena che ha quasi dimezzato il suo fibroma con l'embolizzazione.

"Gentile dottor Lupattelli,  vorrei ringraziarla per tutto ciò che fatto per me. Il mio fibroma uterino era di 7cm e a due mesi dall'embolizzazione risulta 3, 5 cm circa. Questo grazie a lei che con la sua notevole esperienza e preparazione professionale in 5 minuti con anestesia locale lo ha devascolarizzato. Non ho sentito neanche la puntura dell'anestesia, niente di niente. Ho potuto seguire l'intervento sul monitor ed ero tranquillissima, sembrava quasi una magia ed invece è scienza. Dottore caro, lei mi ha restituito la libertà fisica e psicologica, non ho parole sufficientemente  degne del mio stato d'animo post embolizzazione .Non ci sono parole per ciò che ha fatto. Neanche un punto, niente tagli. La mattina seguente ero in piedi. 

Ho 47 anni e mi è tornato il ciclo, il secondo dopo 28 giorni esatti e cicli regolari, non più emorragici. Tutto ciò a partire dal mese successivo dall'embolizzazione. Ancora non mi sembra vero. Alla visita mi disse:" vorrei che vedeste le vostre facce ora e  dopo". Aveva ragione. Poi mi ha sempre seguita per mail rispondendo a tutte le mie domande. Veramente gentile ed attento, ma sopratutto io ho visto con quale sicurezza ha svolto l'intervento dottore , con quelle mani di fata.  Non finiro mai di ringraziarla. Con sincera stima."

IL FIBROMA DI ALINA È SCOMPARSO CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Alina che è molto soddisfatta dei risultati ottenuti con l'embolizzazione.  

" Buonasera a tutti, volevo lasciare la mia testimonianza,  molto soddisfatta dei risultati ottenuti a distanza di tre mesi dall'intervento di embolizzazione . Dopo 15 anni di malessere ( cicli abbondanti , dolori alla schiena e al ventre) con conseguente anemia, adesso finalmente posso dire di aver ritrovato una dinamicità che non provavo da anni. 

L'anno scorso durante una visita ordinaria di controllo, i dottori mi hanno riferito che il fibroma più grande era arrivato a misurare 7,8 cm e quello più piccolo 4 cm. A sentire tutti i ginecologi ai quali io mi sono rivolta,  l'unica soluzione per me sarebbe stata l'isterectomia. Confesso che in quel momento non sapevo dell'esistenza di questa tecnica e,  presa dal panico, sono andata alla ricerca di una soluzione meno invasiva. Sono giunta, quindi, al dottor Tommaso Lupattelli. Nonostante le molte perplessità e paure , decido di prendere un appuntamento con lui per una visita, durante la quale, rimango colpita dalla sua umanità e spiccata professionalità. Una settimana dopo faccio L'intervento a Bologna . In seguito, dopo 3 mesi dall'intervento i miei fibromi si sono ridotti : quello grande è arrivato a misurare 4,6 cm e quello piccolo è addirittura scomparso. 

Non potevo fare scelta migliore. Un grazie di cuore a tutto lo staff, sono stati tutti perfetti dal punto di vista professionale ed umano. Sarò sempre enormemente grata al Dottor Lupattelli per quello che ha fatto per me e che sta facendo per molte altre donne."

ANNALISA CONSIGLIA 'EMBOLIZZAZIONE

Buonasera, oggi raccolgo la testimonianza di Annalisa che dopo l'embolizzazione è felicissima e spera possa essere di esempio a tutte le donne. 

"Buongiorno a tutti, vorrei nuovamente ringraziare il Dottor Lupattelli in maniera pubblica perché ho avuto l'ennesima conferma della sua bravura e professionalità. Dopo un controllo ginecologico ho scoperto che dopo solo 4 mesi e mezzo dall'embolizzazione il mio fibroma da 6 cm e mezzo è quasi diventato di neanche 4 cm. Il mio utero si sta normalizzando e il mio ciclo da emorragico si è ridotto a tre giorni assolutamente indolore. Fra poco potrò iniziare anche una gravidanza, cosa su cui nessun ginecologo mi aveva dato speranza a causa del mio fibroma e della sua brutta posizione. Prima di incontrare il dottore ero finita in depressione, non mi sentivo neanche più una donna a tutti gli effetti in quanto non potevo avere figli, ma quando io e mio marito lo abbiamo incontrato ci siamo fidati subito di lui, della sua professionalità e del suo modo di fare cordiale ed amichevole. 

Ora siamo felici e ci sentiamo di pubblicare la nostra testimonianza affinché possa essere di esempio a tutti. Grazie infinite dottore perché mi ha ridato la speranza e il sorriso. " 

CINZIA HA SCONFITTO IL FIBROMA CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccontiamo la storia di Cinzia che ha affrontato un fibroma di 6 cm.

" Salve a tutti , mi chiamo Cinzia e il 2 novembre 2017 il Dottor Tommaso Lupattelli mi ha embolizzato un fibroma di circa 6 cm, che mi causava delle vere e proprie emorragie con notevoli coaguli che mi hanno portato più volte d'urgenza in pronto soccorso con anemia gravi ed in una di queste mi hanno dovuto fare una  trasfusione ematica. 

Dopo aver provato a risolvere il problema con esmia , la soluzione che mi era stata consigliata  da tutti era una isterectomia. 

Terrorizzata per l'ennesimo intervento (già due miomectomie ed una isteroscopia operativa , tutte molto dolorose e con conseguenze post operatorie non indifferenti) leggendo su internet ho scoperto l'embolizzazione dei fibromi e ho contattato il Dottor Tommaso Lupattelli che mi ha ricevuta subito a Milano per poi operarmi poco dopo a Bologna. Voglio precisare che l'intervento é stato molto , ma molto meno doloroso dei precedenti,  tanto che sono ritornata a lavoro solo dopo 3 giorni. 

Da quel momento la mia anemia è scomparsa e dopo un mese alll'ecografia il fibroma non era più vascolarizzato e si era ridotto di un centimetro. Oggi l'eco ha constatato che il fibroma è  SCOMPARSO TOTALMENTE . 

Devo ringraziare infinitamente il Dottor Lupattelli,  grazie a lui ho ancora il mio utero , non ho più  nessun tipo di dolore  e non ho più disturbi intestinali che prima avevo. Cosa fondamentale, mi sento ancora una donna completa!! Consiglio a tutte coloro che hanno questi problemi di contattare il Dottor Lupattelli il quale, oltre ad essere molto cordiale e disponibile  è anche estremamente professionale, non per nulla è considerato il miglior esperto in materia. "

LA BELLISSIMAMLETTERA DI GIUSEPPE DOPO L'EMBOLIZZAZIONE DELL'ADENOMA PROSTATICO

Oggi raccogliamo la bellissima lettera di a Giuseppe che si é  sottoposto all'embolizzazione dell'adenoma prostatico.

" Buongiorno Dottor Lupattelli,  a 10 giorni dalla mia operazione volevo informarla che tutto procede bene. Non ho accusato dolore ne durante , ne dopo l'intervento. Giovedì 31/1  ero già a lavoro. 

Deciso miglioramento del flusso dell'urina già dai primi giorni ( causato forse dalla strozzatura del condotto visibile nella mia ecografia che mi aveva mostrato) . Senso di svuotamento parziale: quasi assente. Frequenza di stimolo un Po diminuita  ( -20% - 25% circa)

Conto che al diminuire del volume della prostata anche questo sintomo possa migliorare. 

Volevo inoltre comunicarle quanto segue:

La passione per il suo lavoro (dopo averla vista  all'opera)  è la migliore garanzia delle sue qualità professionali e la contraddistingue dalla maggior parte dei medici da me conosciuti che spesso amano solo lo status che conferisce questo mestiere anziché i pazienti. Prova sia la scarsa diffusione dell'embolizzazione alla prostata che io giudico decisamente migliore nei sintomi post operatori,  confrontandomi con la solita turp ( o simili) già vista in amici e conoscenti. Dopo averla vista a lavoro in prima persona ( vedevo in tempo reale il monitor del chirurgo) si capisce che questo tipo di operazione necessita di tempi più lunghi e sopratutto di grande attenzione ed abilità specifiche. Non è una pratica di routine per chiunque. 

Motivo questo per una scelta oculata del chirurgo quando ciò è possibile, ma penso che questo fatica sia ben ripagata. 

I miei personali complimenti per la sua professionalità e La volontà di migliorare le tecniche mini invasive, oggi sempre più necessarie ed apprezzate, anche a costo di un lavoro molto stressante da parte sua. Questo le fa onore. Questa tecnica avrà in futuro una grande crescita , ne sono convinto, anche se oggi è poco diffusa dai medici addetti ai lavori sopratutto per motivi di convenienza ( economica e di curriculum)  come tutte le cose nuove. Come tale è fin troppo facile demonizzarla paragonandolo con il numero degli interventi tradizionali eseguiti da decenni. Basta vedere cosa sta succedendo in altri tipi di interventi mini invasivi . Ì pazienti ed i costi sanitari ( sempre nostri) saranno i primi beneficiari. Anche se nel nostro paese non sempre le priorità ed i privilegi dei singoli o delle lobby vanno nel giusto ordine. 

GRAZIE E BUON LAVORO. "

LA SODDISFAZIONE DI ELISABETTA DOPO L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi vi racconto la storia si Elisabetta che è rimasta soddisfatta al 100% dopo l'embolizzazione. 

"Buonasera, condivido volentieri la mia testimonianza. Sono stata embolizzata dal Dottor Tommaso Lupattelli a Bologna a fine gennaio 2018. Mi ha ricevuta a Milano e programmato  l'intervento in tempi brevissimi.  Nel mio caso il fibroma era piccolo, 2,5 cm circa, sottomucoso,   ma nonostante le dimensioni i sintomi erano tremendi, emorragie e con coaguli di sangue, anemia e cicli della durata di 20 giorni. 

Ho effettuato l'ecografia di controllo a distanza di due mesi dall'intervento, il fibroma è dimezzato e quei sintomi sono solo un brutto ricordo. 

Consiglio a tutte di rivolgersi al Dottor Lupattelli , un eccellente professionista ed una persona estremamente piacevole . Riguardo il dolore, che a quanto pare è la cosa che ci spaventa di più, posso solo dire che ho sofferto un pochino durante le ore immediatamente successive, ma gli infermieri sono stati tempestivamente d'aiuto. Il giorno dopo ero già in forma e una volta a casa non ho nemmeno aperto le scatole di antidolorifici. Spero di avervi incoraggiate  e di aver comunicato la mia soddisfazione al 100%. 

Grazie ancora al Dottor Lupattelli."

ROSY RINGRAZIA IL DOTTORE PER AVERLA SALVATA DAI FIBROMI

Oggi parliamo di Rosy  che vuole ringraziare pubblicamente il Dottor Tommaso Lupattelli  per la riuscita del suo intervento. 

"Mi chiamo Rosy e a solo 36 anni mi avevano prospettato come unica soluzione la rimozione dell'utero per un grosso fibroma. Girando su internet sono venuta a conoscenza della tecnica dell'embolizzazione come soluzione ai fibromi, ossia l'intervento mini invasivo che salva l'utero. Ho fatto la visita con il dottore Lupattelli che mi ha embolizzato il 24 ottobre 2018 e oggi a 3 mesi dall'intervento il mio fibroma si è quasi dimezzato e i sintomi e i malesseri che avevo sono quasi spariti. 

Che dire donne non vi scoraggiate davanti ai fibromi ,  oggi si curano senza bisogno di rinunciare al vostro organo. Mi permetto di consigliarvi  di affidarvi a mani esperte perché questo fa la differenza e per me l'eccellenza in questa tecnica è il Dottor Lupattelli.  Grazie, grazie, grazie. "

LOREDANA CONSIGLIA L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi voglio parlarvi della storia di Loredana che consiglia a tutte l'embolizzazione con un professionista come il Dottor Lupattelli. 

" Sono felice di condividere la mia esperienza di embolizzazione fatta dal Dottor Lupattelli , uomo di grande professionalità. 

Mi sono rivolta a lui per un grosso mioma uterino che era cresciuto così tanto da arrivare a misurare oltre 14 cm. Il 9 luglio sono stata embolizzata a Roma, ho assistito all'intervento che è durato 20 minuti e durante lo stesso non ho sentito niente, i dolori post intervento sono stati controllati con la terapia analgesica adeguata. 

Il terzo giorno sono salita su un aereo per tornare a casa, senza alcun taglio, nessuna menomazione e l'utero ancora al suo posto. 

La prima ecografia post intervento fatta  dopo due mesi circa mi conferma l'inizoo del processo di riduzione del fibroma, e la risonza fatta dopo 6 mesi conferma che l'intervento é riuscito alla perfezione. 

Sto benissimo , non avverto più i problemi di compressione addominale, ne mal di schiena. 

L'intervento di embolizzazione con un professionista esperto  come il Dottor Lupattelli mi sento di consigliarlo a tutte le donne che sono alla prese con problemi di queste genere. Un grazie sincero al dottore persona cordiale e molto professionale. "

LA GIOIA DI IMMA DOPO L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi voglio raccogliere la testimonianza di Imma la quale sta benissimo dopo l'intervento di embolizzazione. 

"Ho subito l'intervento di embolizzazione ad aprile 2018 e dopo 2 mesi il mio fibroma si è ridotto di 1,5 cm, da 6,8 a 5,3 cm. A dicembre mi sono sottoposta ad un'ulteriore visita con conseguente ecografia , riscontrando una riduzione aggiuntiva di 3 mm. 

Ho 32 anni e durante una visita di controllo , mi ritrovo a scoprire di avere un fibroma intramurale e sottosieroso di 6,8 cm. Non sapevo di cosa si trattasse e ho ascoltato con molta attenzione ( e preoccupazione) le spiegazioni fornitemi dalla mia ginecologa, la quale mi ha suggerito , vista la mia età ed il fatto che non avessi figli , di considerare di sottopormi ad embolizzazione, procedura meno invasiva delle alternative. Mi ha così procurato il contatto del Dottor Tommaso Lupattelli e ho fissato un appuntamento per chiedere delucidazioni in merito. 

Il primo approccio è stato senz'altro ottimo. Sono stata messa a mio agio, abbiamo parlato del procedimento in generale e dunque più nello specifico. Mi sento proprio di sottolineare la delicatezza con la quale il dottore e la sua assistente hanno gestito i nostri rapporti interpersonali e relativi all'operazione. 

Sono stata ricoverata presso la clinica Gibiino di Catania , dove il personale e la struttura sono 5 stelle, ed è andato tutto perfettamente. Ammetto con estrema onestà e per "dovere di cronaca" che purtroppo il tubicino che mi iniettava la morfina per contenere il colore,  si è accidentalmente spostato (colpa mia, mi muovevo troppo nel sonno) e che per questo ho sofferto un Po le prime ore. 

Sono rientrata in aereo dopo circa 48 ore dall'intervento , senza nessun tipo di problema. Sto benissimo e ringrazierò sempre il Dottor Lupattelli . 

STEFANIA PUÒ PENSARE ALLA GRAVIDANZA DOPO L'EMBOLIZZAZIONE

Ciao a tutte, oggi parliamo di Stefania che grazie all'embolizzazione può pensare anche alla gravidanza.

" Ciao a tutti! Ho 39 anni e anch'io purtroppo ho avuto a che fare con il fibroma intramurali.  Grazie alla mia ginecologa che lotta per la conoscenza e la salvaguardia di noi donne , ho conosciuto l'embolizzazione e grazie ad essa la possibilità di non danneggiare il mio utero. 

Io non avevo una vita, dolori lancinanti  ed emorragie fortissime. A febbraio finalmente sono stata operata dal dottor Lupattelli e sono rinata. 

Io consiglio di informarsi su questa tecnica rivoluzionaria! Non posso fare altro che ringraziare di aver avuto questa opportunità di guarigione. Ho fatto la risonanza dopo sei mesi e ora ne è rimasto uno di neanche 5 mm. Ho anche la possibilità di pensare a una gravidanza !!!

Grazie davvero di cuore".

ALESSIA RECUPERA LA SALUTE GRAZIE ALL'EMBOLIZZAZIONE

Oggi parliamo di Alessia e della sua salute ritrovata grazie all'embolizzazione  :

" In occasione del Natale, vorrei ringraziare ancora una volta ( non smetterò mai di farlo) il carissimo Dottor Lupattelli per avermi restituito la salute e la speranza di poter avere un figlio. 

Ho 42 anni e in aprile, 9 mesi fa, sono stata embolizzata dal dottore per un fibroma sottomucoso di 37 mm e tre fibromi intramurali di 33, 29 e 24 mm. Piccoli fibromi che mi causavano enormi problemi: dolori invalidanti alla schiena e all'addome, infertilita, cicli emorragici con conseguente carenza di ferro e stanchezza perenne. Inoltre, mi ammalavo spesso e molto facilmente. 

La mia vita è cambiata subito dopo l'intervento: il ciclo  é tornato normale ,  i dolori sono svaniti, il ferro si è  normalizzato, non ho più preso neanche un raffreddore, al lavoro sono piena di energia e non ho perso neanche un giorno. Ho ripreso a fare sport ed è tornato il buonumore. 

Vorrei incoraggiare tutte le donne che si trovano a soffrire come stavo soffrendo io prima dell'embolizzazione , quando , in preda ai dolori, passavo da una visita medica all'altra uscendone sempre più demoralizzata e confusa su come affrontare la situazione. 

Non abbiate timore di dire no a chi vuole togliervi l'utero dicendovi che non ci sono alternative,  o a chi vuole ridurre l'utero un colabrodo. L'alternativa c'è e si chiama EMBOLIZZAZIONE . NON gettate anni della vostra vita e della vostra fertilità. Affidatevi a medici esperti. Io mi sono affidata al Dottor Lupattelli che è un grandissimo esperto di questa tecnica ed è un medico umano e comprensivo. 

Grazie infinite , dottor Tommaso Lupattelli , che questa testimonianza possa essere un piccolo "dono" di Natale per ringraziarla del suo immenso dono della salute ritrovata."

LUCIA È TORNATA A VIVERE

Oggi vogliamo raccontare la bellissima storia di Lucia che è stata salvata dal Dottor Lupattelli. 

" Mi chiamo Lucia e nel 2004 mi furono diagnosticati 3 fibromi di cui uno di 6.5 cm. 

Avevo forti emorragie e forti dolori mestruali. Il mio ginecologo mi prescrisse la pillola Yasmine da assumere in continuazione , cosa che mi procurò perdite di sangue e continui dolori. Dopo un anno decisi di consultare altri ginecologi,  tutti concordi nell'asportazione dell'utero , finché mi fu consigliato (ahime) un luminare di cui non voglio divulgare il nome. 

Questi per 2 anni mi tenne sotto cura ormonale (dufaston) che mi provocò una febbre seratina , che , a suo dire, non era dovuta agli ormoni che assumevo. Invece, dopo varie migrazioni da uno specialista all'altro , che non trovavano motivo alcuno di questa febbre , si scoprì che era proprio la cura ormonale a procurare la fatidica febbre. Dopo questi due anni ricominciarono le emorragie, e i dolori . Allora il "grande dottore" provò con una spirale medicata che avrebbe dovuto controllare i miei fibromi per 5 anni: niente di fatto! Dopo nemmeno una settimana espulsi la spirale (che io pensavo perenne) con fiale intramuscolari di Decapeptyl ( ogni 3 mesi). Passai altri 2 anni effettuando queste fiale che mi fecero ingrassare 25 kg , ed io ero già in sovrappeso , per cui divenni obesa. 

In questi lunghi anni il "grande dottore" mi sottopose a numero isteroscopie , effettuate privatamente e senza anestesia , che mi procurarono ulteriori dolori e spese davvero onerose. Ì dolori si facevano sempre più forti, continuavo a sanguinare e nel frattempo i fibromi erano diventati 5. Finché un giorno decisi di documentarmi in internet e trovai la soluzione: EMBOLIZZAZIONE. 

Sono stata operata nella clinica di Catania nel 2009 e dopo solo 7 mesi ero completamente guaratita. Che dire? Non stavo nella pelle dalla felicità. 

Prima di questo intervento , la mia vita era diventata un incubo: continui dolori, nonostante l'assunzione costante di oki e Voltaren , poi anemia e vampate di calore. Ora sono tornata a una vita normale,. Si, perché nel frattempo, nel giro di 3 anni sono dimagrita 85 kg! LEGGETE bene : 85 kg. Con l'aiuto di una brava nutrizionista ho seguito una dieta sana e ho fatto molta attività fisica. E pensare che fino a pochi anni fa non uscivo più di casa: depressione , agorafobia , attacchi di panico. Una vita maledettamente disperata. Forza e coraggio a tutte!

Non finirò mai di ringraziare il Dottor Tommaso Lupattelli , che con grande professionalità , sicurezza ed umanità ha saputo infondermi tranquillità sin dalla prima visita è soprattutto durate l'intervento. É un uomo sensibile, che sa ascoltare, è gentile e immensamente sapiente. É un uomo illuminato. "

GERMANO RISOLVE IL SUO PROBLEMA CON EMBOLIZZAZIONE PROSTATICA

Parliamo oggi di Germano che dopo essersi sottoposto all'embolizzazione prostatica ha risolto il suo problema. 

"Ad un mese di distanza dall' intervento di embolizzazione prostatica,  volevo ringraziare il Dottor Lupattelli per aver risolto il mio problema. Dopo varie visite ed analisi del PSA ( con valori elevati ) , ho deciso di sottopormi all'intervento di embolizzazione. Posso testimoniare di aver avuto , già dai giorni successivi all'intervento , un evidente miglioramento delle mie condizioni. Non credevo di poter risolvere tale problema con un intervento indolore e con una sola notte di degenza . Infiniti ringraziamenti al Dottor Lupattelli per la professionalità e la sicurezza con la quale ha convinto il sottoscritto a sottoporsi ad un intervento di alta chirurgia vascolare. Grande stima per l'esecuzione dell'intervento."

EMBOLIZZAZIONE:LA BELLA STORIA DI ALESSANDRA

Questa è una lettera aperta lasciata da Alessandra e il suo intento è che le sue parole possano essere di aiuto a chi ancora sta decidendo cosa fare.

" il mio percorso è iniziato nove anni fa, e oggi comprendo che avere un fibroma uterino non è un problema solo fisico , che di per sé è già faticoso vivere, nel tempo diventa una malattia che interagisce negativamente sul piano psicologico ed emotivo. 

Seppur in forme diverse ogni donna ha intrapreso il "tour" di visite , esami, pareri discordanti, opposti e per mancanza di informazione a 70000 donne ogni anno viene tolto l'utero. Volevano toglierlo anche a me , me lo hanno proposto con parole che mi hanno ferita nel profondo e senza spiegazioni. L'utero non serve solo per procreare,  è il nostro centro, è  la vita stessa , il cuore della femminilità, è la gioia, è accoglienza,  culla della vita nostra, della sessualità vissuta con amore e naturalmente della vita che daremo se lo desideriamo. 

Ciò che vi suggerisco con il cuore, affinché cessi questo che è un dramma della mancata informazione da chi di dovere, è di non fermarvi , di cercare perché esiste la tecnica di embolizzazione che può salvare l'utero senza cicatrici e che ci salva interiormente. 

Quando ho fatto la prima visita con il Dottor Lupattelli,  ciò che mi è piaciuto e  che mi ha convinta è stata la chiarezza nel spiegarmi, l'essere guardata in faccia mentre mi parlava. 

Il dolore c'è,  ma se lo si vive come opportunità di risoluzione , sarà un dolore che si trasforma in gioia. Ognuno ha  la sua soglia di tolleranza, ma vi assicuro che non siete e non sarete sole .

Il Dottor Lupattelli,  l'equipe, non mi hanno fatto sentire un numero, né  un corpo da operare, ma una persona! Sono riconoscente per l'empatia , per la professionalità che non è limitata all'intervento, sarete seguite anche dopo , anche a casa. 

Concludo esortandovi a credere che ognuna di noi ha il potere di scegliere e poter cambiare , affinché altre donne possano avvalersi della tecnica di embolizzazione che volutamente non viene fatta conoscere. "

FRANCESCA TORNA A SORRIDERE CON L'EMBOLIZZAZIONE

Francesca ha 44 anni e da oltre 10 combatte contro i fibromi. Ha eseguito vari interventi in laparotomia e in laparoscopia,  ha provato con Esmya , ha perso una gravidanza. Poi ha incontrato il Dottor Lupattelli e da quattro mesi è tornata a sorridere. Flusso ridotto e riduzione del fibroma del 50%. 

"Ciao a tutte, ritengo doveroso lasciare la mia testimonianza. 

Ho 44 anni anni, quadro clinico complicato, ma il  non essermi arresa mi ha fatto ritrovare me stessa. Dopo un'intervento in laparotomia a 33 anni per 22 fibromi, una perdita di gravidanza, un'embolizzazione malfatta , due laparoscopie,  pillola anticoncezionale ed Emsya, senza alcun esito positivo, la mia strada nel ottobre 2015 incrocia finalmente il Dottor Tommaso Lupattelli.  

Dopo un consulto dettagliato e approfondito, si decide insieme di intervenire tempestivamente senza perdere ulteriore tempo, per la formazione di un fibroma di 12 cm circa. Dopo meno di una settimana sono in clinica ed il dottore ha effettuato l'embolizzazione. A distanza di 4 mesi ecco il primo controllo ecografico: riduzione pari al 50% e flusso nettamente diminuito. 

Ringrazio lui per avermi restituito una vita normale e tutto il suo "staff"per la professionalità e gentilezza dimostrata. 

Grazie, grazie ancora. "

 

RINA, DALLA LAPAROSCOPIA ALL'EMBOLIZZAZIONE

Buonasera a tutte, oggi vi voglio parlare di Rina che prima di sottoporsi all'embolizzazione ha subito la laparoscopia, riportando un'enorme cicatrice:

"Buonasera, riporto la mia testimonianza riguardo l'embolizzazione. Prima di arrivare a questa tecnica, che non conoscevo, ho fatto L'intervento di laparoscopia al mio paese. All'epoca mi avevano diagnosticato 4 miomi all'utero , il più grande di 10 cm. Mi sottoposi a questo intervento e il risultato fu una cicatrice di 45 punti. Per un Po' di tempo sono stata bene, ma dopo un po' i dolori sono tornati e il mio ginecologo mi disse che conveniva rimuovere l'utero. Mi misi ,quindi, su internet e cercai qualcosa che facesse al caso mio e lessi che si poteva intervenire anche con gli ultra suoni. Contattai il mio ginecologo, ma mi disse che  non andava bene per il mio caso, allora trovai questa tecnica, l'embolizzazione, e contattai il Dottor LUPATTELLI, una persona disponibile ad ascoltare la mia storia e ad aiutarmi. Oggi grazie a lui sto benissimo e lo ringrazio non una, ma mille volte. Grazie ancora per tutto quello che ha fatto per me. 

LA FELICITÀ DI MARIAGRAZIA DOPO L'EMBOLIZZAZIONE

Buonasera a tutte, oggi volevo raccontare la storia di Maria Grazia che è arrivata alla conoscenza dell' embolizzazione tramite Internet ed è stata felicissima di essersi sottoposta all'intervento. 

"Ho 43 anni e vivo in Sardegna,  nel mese di febbraio mi fu diagnosticato un mioma uterino di 10 cm, per le dimensioni e la posizione in cui si trovava, a detta di vari ginecologi, mi avrebbero dovuto asportare l'utero. Per me questo è inconcepibile,  anche se sono già madre di due bambine. Insomma dopo tante ricerche venni a sapere della tecnica dell'embolizzazione Da una tirocinante nel reparto di ginecologia dell'ospedale in cui mi ero recata per chiedere informazioni sull'intervento che mai avrei voluto fare. 

Cercai quindi embolizzazione su internet e da lì presi contatti con diverse realtà che si occupavano di questa tecnica,ma i medici non mi convincevano,  finché non arrivai al dottor Lupattelli che con grande disponibilità e cortesia, mi informò accuratamente su tutti i dettagli di questa tecnica e anche di tutti i problemi che avrei avuto se mi avessero asportato l'utero. Così, dopo aver effettuato tutti gli esami necessari, ad aprile fui operata presso la clinica Gibiino a Catania. Clinica bellissima, equipe medica e infermieristica eccezionale. L'intervento durò 20 minuti in totale rilassamento e serenità e tutto questo grazie alla grande professionalità del Dottor Lupattelli e di tutta la sua equipe. 

Dopo questo tipo di intervento la ripresa è velocissima e inoltre non ci sono ferite sul corpo e al mio rientro ho continuato la vita che facevo prima. 

Mi ritengo molto fortunata di aver avuto questa opportunità. Dopo 4 mesi il mio fibroma si era ridotto di ben 4 cm. 

Non smetterò mai di ringraziare il Dottor Tommaso Lupattelli,  non solo per la sua grande preparazione ed esperienza, ma per la sua gentilezza , l'attenzione e la passione che mette nel suo lavoro e nel curare pazienti che tratta come essere umani e non come numeri"

RAFFAELLA E IL SUO POST EMBOLIZZAZIONE

Buongiorno a tutte,  oggi vi parliamo ancora di Raffaella,  che è tornata a scriverci, raccontandoci il dopo embolizzazione.

"Torno a scrivere perché ora, con dati alla mano, la mia testimonianza è più oggettiva. Il DOTTOR TOMMASO LUPATTELLI ha confrontato la mia risonanza magnetica pre embolizzazione con l'ecografia effettuata due mesi dopo la procedura ed ha osservato che il fibroma, inizialmente arrivava in certe proiezioni a 6,4 cm , mentre ora almeno 2 cm in meno. Quindi dopo due mesi il risultato gli sembra più che buono. Mi ha poi chiesto come io mi senta, il mio stato di salute dopo l'embolizzazione, piuttosto che la riduzione dei fibromi perche dice che quelli continueranno a ridursi nel tempo. Io posso testimoniare che la mia qualità di vita è notevolmente migliorata.  Non ho più senso di stanchezza anzi ho  un dinamismo che non ricodavo da almeno più  di un decennio. Ho ripreso a svolgere attività fisica regolarmente e il volume del mio ventre è anche  visibilmente diminuito. Non mi dilungo ulteriormente, ma sono a disposizione per ulteriori ragguagli. 

Un sentito grazie di cuore al DOTTOR TOMMASO LUPATTELLI per la sua grande professionalità unita a umanità e modestia. " 

LA RINASCITA DI GIUSY CON L'EMBOLIZZAZIONE

Buonasera a tutte, oggi raccogliamo la testimonianza di Giusy,  che dopo una brutta esperienza di embolizzazione avvenuta in precedenza,  si è di nuovo sottoposta a questo intervento ,  ma questa volta si è affidata al Dottor LUPATTELLI e il risultato, stavolta, è decisamente Positivo:

"Mi chiamo Giusy e anche io voglio  lasciare la testimonianza del mio calvario, ma anche poi della mia rinascita. L'anno scorso ho scoperto di avere tre fibromi che mi causavano emorragie ad ogni mestruo, pesantezza sul pube e poliuria.  Tutti i ginecologi da cui sono stata mi hanno proposto, sempre e solo, la laparoscopia ed alcuni addirittura la miomectomia . Ho 46 anni,  non sono sciocca ed ho deciso di documentarmi prima di far violare il mio utero. Ho scoperto così l'embolizzazione e cercando donne che l'avessero già fatta, ho trovato subito il numero di cellulare di una e L'ho contattata. Devo dire che è sempre stata fin troppo premurosa e mi ha subito consigliato un medico di Roma a cui ho mandato tutti gli esami , stranamente però, non in studio, ma a casa sua. Ho scoperto dopo che uno studio non ce l'ha, ma riceve per strada. Scioccamente e per togliermi il  pensiero, ho deciso di fare comunque con lui l'intervento a gennaio in un ospedale pubblico. Dire che è stato tutto un incubo è troppo riduttivo e per giunta l'intervento non è riuscito. Dopo qualche mese, infatti, ho contattato un luminare di questa tecnica, il top in Italia, il Dottor Tommaso Lupattelli che mi ha ricevuta in studio a Roma. Abbiamo deciso di di rifare l'intervento e così è stato fatto il 15 Novembre a Bologna alla clinica Villa Torri. L'intervento è andato finalmente benissimo perché lui e la sua equipe hanno un'esperienza tale da essere infallibili. Ora sono a casa, in convalescenza, felice. Il Dottor Lupattelli è sempre disponibile,  gentile, dolce e di un'educazione old style. Consiglio a tutte le donne con il mio stesso problema, di non perdere tempo, ne con ginecologi ignoranti,  ne con radiologi interventisti alle prime armi. L'embolizzazione,  come tutte le pratiche mediche , ha bisogno di tanta esperienza ed  in Italia l'unico che ne ha da vendere, è il Dottor LUPATTELLI.  Lo adoro e lo stimo. Ve lo consiglio con tutto il cuore. Grazie "